Precaria da 15 anni finisce di pagare il mutuo

È una notizia sconvolgente, che ha lasciato i benpensanti sostenitori del sistema in uno stato di incredulo stupore misto a vergogna.

Eppure, una non più giovane 40enne residente in Italia ha raggiunto il traguardo che si era prefissata 5 lustri fa: avere un tetto sopra la testa senza dover rendere conto a padroni di casa. “Avere dei padroni truffaldini e sornioni per lavoro è già abbastanza frustrante. Volevo coltivare il sogno di una vecchiaia serena in una casa che fosse mia, senza dover rendere conto ad altri padroni”, ha dichiarato la precaria.

Dopo anni passati al servizio dell’editoria italiana, la traballante 40enne si è riciclata nel mondo dell’insegnamento, mantenendo però lo status di precaria che, pare, non l’abbandonerà mai, come lei stessa pronostica: “Credo ormai di avere sviluppato un’intolleranza viscerale al cosiddetto posto fisso. L’idea di rimanere ingabbiata in un ruolo, un’azienda, una scuola fino a che avrò forza di lavorare mi provoca più angosce che rassicurazioni”.

La neo padrona di casa propria non esita a definire miserabili, al limite della dignità umana gli anni trascorsi nel precariato, tuttavia incalza con una nuova provocazione, indefinibile in altro modo, parlando del prossimo futuro: “Sto seriamente pensando di lasciare il mondo dei contratti, contrattini e contraccazzi, aprendo una partita Iva che mi consenta di gestire il mio ruolo di seria professionista con maggiore autonomia e, senza dubbio, con maggiore stima verso me stessa“.

Lasciamo ai tempi indeterminati i commenti e ci chiudiamo nel silenzio stampa, per riflettere su un ossimoro della società attuale e di una gran parte della generazione nata tra gli anni 70-80-90, che nonostante tutto ci piace ritenere ineluttabilmente sfigata.

Il sistema

Annunci

5 pensieri riguardo “Precaria da 15 anni finisce di pagare il mutuo

  1. Beh, se non altro è stata abbastanza in gamba da raggiungere un traguardo mica piccolo. Comunque l’idea che con la partita IVA smetterà di “soffrire”… mi sa che è un’idea solo sua.

    1. No ma i fatti, penso che con la partita Iva, che ho sempre odiato, continuerò a soffrire ma potrei diversificare la mia attività. Per ora cmq è solo un’idea 😊

      1. Dipende dalle esperienze forse, o dalla capacità di ritagliarsi il lavoro. Io quando l’ho avuta avevo la sensazione di dover dare più soldi di quanto guadagnassi.

E tu che ne pensi? :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...