Sovogno e le cascate di Acquafraggia (Valchiavenna)

Era la fine di agosto scorso quando io e il mio compare decidemmo di fare una gita in montagna, per rinfrescarci. Abbiamo la fortuna di vivere tra Milano, Varese e Como, quindi c’è solo l’imbarazzo della scelta quando si deve decidere una gita fuori porta.

Quel giorno la scelta ricadde sulle Cascate di Acquafraggia, in Valchiavenna. L’idea ci venne grazie al sito Gite in Lombardia, che consiglio a chiunque abiti in questa regione.

In verità, poi, le cascate sono state solo il punto di partenza per raggiungere Sovogno, un piccolissimo e semi-disabitato paesino che si raggiunge da una mulattiera (che inizia subito a lato delle cascate). Vi dico subito che chi ha gambe allenate non avrà particolari problemi, ma in ogni caso la pendenza è notevole e il sentiero si sviluppa a gradoni fino al paesino, a quota 900 metri circa.

Si tratta, per la precisione di 2866 gradini per circa 4 km e un dislivello di 500 metri. Insomma, preparate le ginocchia 🙂 La buona notizia è che il sentiero è tutto in ombra!

Quello che vi attende alla fine di questa fatica è una meraviglia tutta italiana. Sovogno è un paese disabitato dal 1967 ma che in verità, ora, si sta ripopolando. Le case sono rustiche e hanno un che di magico: sembrano aggrappate a i piccolissime viuzze acciottolate e si ergono verso l’alto come sospese, tra mansarde di legno e pietra.

Un paesaggio di altri tempi, ovviamente. Non mancano la chiesa e il cimitero, e nemmeno un rifugio, riaperto da poco, da cui rifocillarsi prima di affrontare la discesa.

Vi lascio con le immagini di questo posto sospeso tra passato e futuro, dove sono proprio i giovani a voler ricominciare a dare vita a un paese che sa di antiche tradizioni e vita rurale.

Ps. Attenzione a scegliere il sentiero giusto: ce ne sono due, uno è quello a gradoni, l’altro è quello panoramico, più impegnativo.

 

Annunci

3 pensieri riguardo “Sovogno e le cascate di Acquafraggia (Valchiavenna)

  1. Purtroppo abitando tra Como, Varese, Milano, si è anche un po’ lontani da tutto. Per non parlare poi delle code per tornare a casa!!
    Per una cosa rapida in giornata io non vado oltre il lago di Como, le sue sponde e la Valsassina…
    Molto interessante il sito che hai segnalato.

      1. Altrochè! Su quel sito ho già addocchiato la cascata del Cenghen, in zona Abbadia Lariana.
        A me piace camminare in montagna, e di percorsi “ufficiali” (quelli del cai) che portano ai rifugi ne trovi quanti ne vuoi, ma recensioni di percorsi verso zone curiose ma non commerciali è difficile trovarne.

E tu che ne pensi? :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...