La spiaggia che fa paura!

Non sono mai stata un’amante della spiaggia, della vita da spiaggia, degli ombrelloni, dei vicini di ombrellone e delle sdraio. Il mare, questa meraviglia, preferisco viverlo in barca a vela. Tuttavia capita di passare qualche giorno al mare, come nell’ultimo weekend, e confermo che la mia tolleranza alla spiaggia è di 2 giorni, poi comincio a imbruttirmi parecchio e addio benefici del mare.

Se andate in Liguria, poi, tutto viene amplificato, visto i costi proibitivi, le spiagge minuscole, l’inesistenza quasi totale della sabbia, la densità di popolazione da spiaggia che rasenta uno stadio di calcio.

imagesIl primo sintomo di disagio è il contatto con i vicini di ombrellone. Sono pochi quelli che se ne stanno silenziosi a leggere un libro, la maggior parte chiacchiera. Chiacchiera ed è impossibile non sentirli, a meno di non trincerarsi in un compulsivo ascolto di musica a tutto volume. Ora, immaginate un papà di due marmocchi dire alla moglie incinta: «Non devi camminare tu? Ecco, vedi di prendermi le sigarette che ho dimenticato in albergo». C’è poco da fare per evitare l’istinto di menarlo con tutta la sdraio e l’ombrellone. Difficile restare zen, insomma.

I bambini, poi, questi cari cuccioli, sono i soli che in spiaggia si divertono e fanno bene. Se non ci fossero loro, per me si potrebbe abolire l’istituzione spiaggia-ombrellone. Peccato che questi bambini hanno genitori e, a volte, questi genitori li prenderesti a sabbiate negli occhi. Se tuo bambino è un maleducato che continua a tirarmi la palla in faccia e tu non fai niente… ZEN! ZEN! ZEN!

E poi la noia mortale della spiaggia affollata, dove c’è chi si carbonizza al sole, in mezzo a tutto questo caos, mentre tu vorresti solo capire che cosa spinge una persona di mezza età a sudare piena di olio sotto un sole a 40 gradi. C’è della normalità in tutto ciò? Spiegatemela! Io soffro, sposto la sdraio ogni mezz’ora per evitare di stare sotto il sole, ho sete, sono scomoda. ZEN.

Fare lunghe passeggiate è impossibile, o quasi, perché se ti fermi in una spiaggia “non tua” vieni cacciato come i profughi in Austria. «Mi spiace ma non è consentito fermarsi qui». Ma siamo seri?!

barceloneta-beach-yatch-9814Una novità che ho notato e che mi ha fatto sorridere è che oltre al “Cocco bello” al giorno d’oggi c’è anche chi vende “Bomboloooooniiiiiii! Beeeeelli e buoniiiiiiii”. No, dico, ma davvero? Siamo forse sul mare del Nord? Come si fa a prendere i bomboloni?!

Non so se è l’effetto che fa a tutti, ma dopo due giorni in spiaggia la mia voglia di montagna tra i bricchi sconosciuti è cresciuta a dismisura. Fresco, poche persone, natura e aria pulita. E silenzio! Esattamente quello che, poi, si ritrova su una bella barchetta in mezzo al mar.

Insomma, vacanza è… quando vacanza si fa! 

Annunci

14 pensieri riguardo “La spiaggia che fa paura!

  1. Condivido tutto quanto hai detto, tuttavia non ho tutta questa repulsione. Non dico che mi piaccia la calca: mi piace osservarla, magari dal chioschetto rialzato della spiaggia dal quale vedi il mare, vedi i buzzurri che hai descritto e, da dietro un opportuno occhiale scuro rimiri tutte le ragazze che passano; meglio se il tutto è condiviso con un amico fidato, con cui spettegolare e commentare per tutto il tempo mentre si sorseggiano delle birre ghiacciate. Non più di due o tre giorni. Generalmente, quando si era più giovani, lo si faceva a conclusione delle vacanze itineranti in moto e la cosa mi faceva rilassare e divertire con le castronate che dicevamo…

  2. In in spiaggia praticamente ci sono nata, la considero davvero il mio habitat naturale, sarà anche per questo che la montagna non mi attira gran ché.. Ma avendo appunto la possibilità di godermi la spiaggia tutto l’anno, luglio ed agosto sono i mesi in cui la frequento meno, vuoi per il lavoro, vuoi per la troppa gente che da inevitabilmente sui nervi. Siamo isolani, siamo abituati alla tranquillità invernale, al silenzio, alla natura.. E anche se, in parole povere, i turisti sono quelli che ci “danno da mangiare”, una leggera (o no) vena di disprezzo nei loro confronti quando assaltano urlanti e arroganti e casinari le nostre coste, nel profondo resta sempre 😉

  3. Mi ritrovo in pieno in quel che dici 😀 Però il mare mi piace molto, se ne avessi la possibilità proverei la barca a vela che mi sembra una bella idea! Intanto, se proprio devo sopportare, lo prendo come un esercizio di osservazione dell’umanità, che spesso rivela molte sorprese…

    1. Ahaha! È vero, si potrebbero scrivere molti trattati di sociologia. Se ti capita, prima o poi, prova assolutamente la barca a vela (rigorosamente a vela!), è una dimensione “altra” che ti farà amare il mare ancora di più 🙂

  4. Godo come un riccio ogni volta che sento una voce “fuori dal coro”, da quel coro che decanta sempre il piacere del caldo e del mare.
    La vita da spiaggia è una vita di merda!! Oh!! Che bello poterlo dire!!!

    Cmq non pensare che in montagna si possa trovare “poche persone e silenzio” : in estate anche la montagna è stracolma di gente e lungo i sentieri non si sente altro che il continuo “buttar voce” di compagnìe numerose e chiassose, genitori che sgridano i figli, ecc.
    Con commozione ricordo quando sono stato al rifugio Rosalba: faceva ancora freddino e le previsioni davano pioggia, quindi c’erano poche persone e quelle poche tacevano o chiacchieravano tra loro a bassa voce, come in biblioteca o in chiesa.
    QUESTE sono le VERE persone amanti della montagna. Ma ne trovi 1 ogni 100.

  5. Appartamento con piscina, no? Almeno il numero degli inascoltabili è più limitato, io ultimamente trovo la montagna troppo solitaria, comunque al mare passo in spiaggia al massimo un paio di ore al giorno, da bambino era un incubo dalle 8 alle 8… con o miei genitori.

E tu che ne pensi? :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...