Dentisti: fidarsi è bene, però…

Ho dei problemi con i dentisti. Certo, come credo la maggioranza delle persone il rumore del trapano mi provoca brividi di terrore, ma a parte questa naturale “paura” (infantile se si vuole) credo che se potessi fidarmi al 100% di loro il mio problema non esisterebbe.

Ora, ditemi se sono io sfigata o cosa, non vi è mai capitato di essere bellamente presi in giro da un dentista o da più di loro?

A me sì. Come faccio a saperlo? Semplice. Il problema è che non ho un dentista di fiducia e ogni anno, quando vado a fare la pulizia, cambio ambulatorio. Questo cosa comporta? Che se per caso devo fare un lavoro particolare (dalla carie al dente del giudizio da togliere) è mia premura andare da due o più dentisti per un preventivo.

La domanda è questa: come può un preventivo cambiare di centinaia di euro? Come può una carie sparire oppure come possono comparirne molte da un giorno con l’altro?

dentista-sospeso-dallordine-continuato-esercitare-18927imhp1La arrabbiature più grandi le ho avute quando dovevo togliere i denti del giudizio (problematici perché storti e inclusi): sono partita da un preventivo di € 1.200 e sono finita a uno di € 500. Il primo preventivo era di un ambulatorio con più medici, che mi ha trovato, oltre ai due denti del giudizio da estrarre, anche altre cose che non mi ricordo. Carie ovviamente. A caso.

Il secondo preventivo era intorno ai € 700 euro. Solo i due denti da estrarre. Un dentista semplice di un poliambulatorio.

Poi sono finita da un medico chirurgo maxillofacciale che mi ha onestamente estratto i denti per € 250 l’uno.

Da lui poi non sono più tornata perché aveva accennato a volermi fare la fattura in nero. Eh no bello. Ci salutiamo qui.

Ne avevo trovato un altro che voleva poi rifarmi tutte le otturazione così, per sport, perché sapevo che avevo l’assicurazione medica dei giornalisti (bei tempi, ahimè andati). Ma ce la fai?

Ogni anno si ripete la stessa trafila. Andare dal dentista è fondamentale, per carità, non svaluto l’intera categoria, anzi. Ma perché è così difficile trovarne di onesti con un costo decente? I denti del giudizio non ci sono più ma proprio non riesco… non riesco a fidarmi di nessun dentista e devo vederne almeno due per decidermi a farmi fare qualsiasi lavoro.

Ma sono io o succede ad altri? Argh.

Advertisements

16 pensieri riguardo “Dentisti: fidarsi è bene, però…

  1. ps: i prezzi che dici tu sono da pazzi. Il mio è più economico, ma è nella provincia di Varese (zona Gerenzano, non troppo lontano). E nella prov di varese costano meno.
    L’unica “pecca” è che ormai è anziano, lavora ancora ma prima o poi mollerà… e io non saprò dove andare…

    1. Urca… praticamente vicini di casa! Anche io provincia di varese 😀
      Cmq non abbiamo un dentiata di fiducia in famiglia…potrei ripiegare su quello del mio compagno ma bho…

  2. Se cambi sempre non creerai mai un rapporto di fiducia con qualcuno.
    Io vado da uno “di famiglia” ormai da diversi decenni. E nel tempo ho avuto modo di constatare la sua onestà, da episodi particolari, occasioni…. e qualche volta confronti (ho provato anche ad andare da un altro…).
    Devi trovarne uno che ormai ti conosce, conosce la tua famiglia e tutti insieme gli avete lasciato ,negli anni, svariate migliaia di euro… così anche lui sarà molto affezionato a voi.
    Se invece arrivi lì come perfetta sconosciuta, da una parte sei una potenziale nuova cliente, ma molto più spesso vieni vista come carne da macello.

  3. Ops. Anch’io cambio dentista quasi come cambio lo spazzolino. Pensavo di essere un caso disperato. Anch’io sono per il turismo dentale.

  4. Ho un dentista da cui vado da vent’anni. Nel tempo qualche volta ho cambiato per curiosità, per fare una pulizia o una semplice otturazione, ma alla fine torno da lui. Costi e qualità garantita.

    Anzi proprio la scorsa settimana ho chiesto ad un’amica com’era il dentista dove lei lavora, per curiosità perché avevo visto aggeggi moderni e lei me l’ha sconsigliato. Costi alti e qualità normale, secondo lei non ne valeva la pena.

    P.s. Io ho il terrore anche solo a fare la pulizia, mi congelo stesa sulla poltrona in attesa della fine.

  5. Confermo e approvo quello che hai scritto Bia. Hai ragione, purtroppo è successo anche a me. In un ambulatorio molto grande dove ero andata 1 anno fa, la dentista mi aveva detto che avevo una carie che era da curare assolutamente e mi aveva anche fissato l’appuntamento, che poi per fortuna ho furbamente disdetto perché non mi dava molta fiducia. Facendo poi la visita presso un’altro dentista, di cui ora è diventato di fiducia, quella carie non c’è mai stata e non è mai esistita. Praticamente la dentista precedente (se si può chiamare così), aveva sbagliato di grosso. Ora sono felice di aver trovato un bravo dentista, ma ne ho girati anche io tanti ed è una cosa estenuante veramente :-/

    1. Mi consola sapere che non sono sola e sono felice che almeno tu hai trovato qualcuno di cui fidarti. Allo stesso tempo mi fa tanta rabbia sapere che ci sono in giro tanti disoneati che giocano con la loro laurea, i nostri denti e i noatri soldi! Dovrebbero essere denunciati e perdere tutti i clienti…!!

      1. Lo penso anche io! L’unica cosa da fare e’ girare finché non si trova quello bravo e di fiducia. È uno sbattimento, quello è certo, ma è l’unico modo per trovare dei dentisti bravi e onesti. 😉

  6. Nella sfortuna di aver portato apparecchi di tutti i tipi per 20 anni ho avuto la fortuna di trovare un bravissimo dentista, ora ho i denti perfetti e il controllo semestrale con eventuale pulizia o altro quando necessario non mi fa paura. Come sempre è fondamentale il rapporto che si instaura tra medico e paziente

  7. Sono reduce di un’esperienza simile. Il primo preventivo 1650 euro per estrazione, devitalizzazione/ricostruzione e impianto dente. Vado da un altro e mi fa in tutto 3800 euro in tre tranche: estrzione/devitalizzaione, 4-5 carie (che l’altro non ha visto), e l’impianto. Meno male che la seconda era la sorella di un’amica. Dato che la conoscenza non è valsa a nulla, torno dall’altro in uno studio da battaglia alla periferia nord e faccio la metà lavoro, ovvero tiro via il povero molare malconcio, e sistemo alla bel’e meglio l’altro. Il resto lo farò dall’altra parte dell’Adriatico. Al momento rimango sdentato. Mi dispiace, facciano pure le campagne contro il turismo dentale, ma se i prezzi non si addattano un minimo agli stipendi reali di una consistente parte della popolazione, è inevitabile. Uno non può guadagnare 1000 euro al mese (e apparteniamo a questi no) e spenderne 2000 per sistemare un paio di denti. Il tutto mentre le ASL semplicemente non lo fanno più, se non le emergenze e i lavori di routine, con le attese assurde di mesi, se non vai lì a fare la sceneggiata di quello che si contorce dai dolori.

E tu che ne pensi? :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...