Disoccupati e precari: evitate i confronti, soprattutto a Natale

E tanti auguri a noi 🙂

Editoria Precaria (ma non solo)

Può capitare, durante le feste, di imbattersi felicemente in parenti o amici che non si vedono quasi mai e che, dopo i gentilissimi convenevoli, arrivino con lo sguardo tipico di una faina alla fatidica domanda: «E il lavoro?».

Santa and his elves are in unemployment line.Non lo fanno con cattiveria, a dire la verità, ma cari ragazzi e ragazze, uomini e donne, precari o disoccupati: per quanto possiamo essere fieri di noi stessi come persone, a dispetto della nostra condizione lavorativa, una domanda simile, a bruciapelo, mentre i nostri pensieri sono tutti lucine colorate e regali, può ammazzarci. E ammazza anche lo spirito del natale, se ne avete uno.

Quindi: EVITATE.

Evitate gli auguri, evitate gli incontri, evitate i confronti. O, meglio, preparatevi molto bene prima, in modo da non risultare troppo patetici quando direte: «Sto benissimo, il lavoro, sai, ho perso il vizio [risatina isterica]».

ID77794_depressionNon sono loro, se…

View original post 350 altre parole

Annunci

E tu che ne pensi? :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...