Tagliare i rami secchi

Non è un post di giardinaggio, se a qualcuno venisse il dubbio. Non è nemmeno un post motivazionale, dio me ne scampi. È piuttosto un grido di speranza verso chi, come me, sente l’intolleranza avanzare al galoppo e l’impotenza scavare valli di lacrime.

Tarsier_Hugs_Mossy_BranchTagliare i rami secchi è una metafora che, bene o male, tutti abbiamo usato o sentito, magari ci è stata anche consigliata da amici, parenti o astrologi, ma non è certo semplice come appare. Tagliare i rami secchi significa svoltare, essere coscienti che è arrivato il tempo dell’abbandono e, con esso, quello del rinnovamento.

Potrebbe voler dire:
– abbandonare il nido sicuro di una cerchia di amicizie o di un’amicizia, di un qualsiasi rapporto che ha fatto il suo tempo, che non era come ci aspettavamo, che ci ha costretti e stipati dentro una gabbia non adatta a noi e al nostro essere;
lasciare le convinzioni che abbiamo di noi stessi come persone, lavoratori, figli, madri o altro. Lasciare che il ruolo che abbiamo interpretato ci scivoli addosso e sparisca, per fare spazio a qualcosa, magari anche al vuoto, pronto però per essere riempito;
dimenticarci delle nostre abitudini e, semplicemente, ritrovarsi fermi, alla ricerca di nuove.

Trovo che sia estremamente difficile per determinate persone, più facile per altre, ma in ogni caso tagliare i rami secchi significa dare uno strappo al passato, guardare il futuro, guardare noi stessi come mai avevamo fatto prima. Cambiare le prospettive e vedere, per la prima volta, la nostra vita in maniera diversa e costruttiva.

Le persone affette da lentezza cronica, come me, fanno una fatica immane. Non mi ritengo idiota, eppure per certe decisioni che riguardano la mia vita, con svolte inevitabili che si devono prendere, ci metto un secolo a capire dove muovermi.

303030-6Ci ho messo poco a capire che studi intraprendere, a capire di voler comprare casa, a capire qualche casa comprare, che lavoro fare, a capire “quello è l’uomo che merita”. Ci ho messo una vita a realizzare queste cose, forse, ma la decisione di abbandonare il nido delle sicurezze precedenti l’ho presa repentinamente e poi ho sempre agito come un Caterpillar per arrivare alla meta. Ma questo è il mio passato.

Sarà per questo che ora non mi ci ritrovo in questo stato: sono paralizzata vicino al tronco, anche se i rami secchi sono ormai tutti caduti. Sento l’urgenza di allontanarmi e dire addio a quel caro albero sotto le cui fronde mi sono riparata, ma c’è qualcosa che mi trattiene. Quel qualcosa è, forse, paura, insicurezza, mancanza di motivazione.

Eppure una cosa l’ho capita, lentamente come un bradipo, ma l’ho capita: devo tagliare i rami secchi.

Annunci

8 pensieri riguardo “Tagliare i rami secchi

  1. Ti riscopro sorella il lentezza! Eccomi, bradipo due…presente! Il tuo post per un attimo ho pensato di averlo scritto io…anche la storia dei remi secchi che tagli tagli ma alla fine resta il tronco dal quale ti ci vuole di più a separarsi. Non credo che , in fondo, sia un male…non saremo mai quelle delle decisioni avventate , ma neppure quelle che tornano indietro. Ho sempre pensato di non prendermi troppo sul serio ma di prendere sempre sul serio quello che mi accade..è sottile la differenza, ma fondamentale. Come te scelgo in un attimo, o in poco…poi concretizzo con estrema cautela e cura. Bella riflessione, come ti ho detto, mi ci trovo dentro con tutte le scarpe 😉

      1. Ma grazie del tuo commento, davvero ti ringrazio, sapere di non essere la sola aiuta in questo caso, perché mi colpevolizzo un po’ troppo diciamo, invece dovrei fare come dici tu e valorizzare l'”estrema cura” nel concretizzare qualcosa 🙂

  2. come ti capisco… è sempre difficile lasciare “la strada vecchia per la nuova” e decidere di cambiare qualcosa che in fondo ci ha dato sicurezza…anche io a tratti sono in questo periodo qua… ed è difficilissimo…però poi un bel mattino mi sveglierò e sarà tutto chiaro.

    1. Bella positiva come sempre 🙂 Mi contagi e ti ringrazio, anche io spero, mi auguro e, anzi, ne sono certa (più o meno) che prima o poi le nebbie spariranno.

E tu che ne pensi? :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...