Parola del giorno: “Agevole”

dead tree

Non mi ero accorta, ma sono stata per anni in una situazione “agevole”. Non lo dico in senso positivo. Per intenderci, una situazione “di comodo”. Eh già. Avevo un lavoro di merda (perché quella si sente da molto lontano, ma ci si tappa il naso a volte), ma il celeberrimo contratto a tempo indeterminato e lo stipendio sicuro (AHAHAHA!) mi facevano da scudo.
Esempio: ero infelice di quello che facevo, ma avevo buone scuse per esserlo. Così me la raccontavo e la raccontavo in giro. Lavoravo anche tanto, come se questo giustificasse la fatica di svolgere un lavoro bieco per persone bieche. Eh no!
Così sono passati anni (non tanti, per carità ma comunque anni) e ho lasciato che la paura, la comodità, la sicurezza apparente si impossessassero della mia sfera professionale. Problema: in men che non si dica ero completamente atrofizzata. Nessuna linfa vitale. Perché se sul lavoro ti addormenti sugli allori, poi non pensare che il resto della tua giornata o della tua vita sia brillante. Non nel mio caso.
E allora forse è un bene che ora mi ritrovo in uno stato di immobilità apparente dove non ho alcuna sicurezza apparente e dove tutta la realtà sembra apparente. Sono costretta a non adagiarmi e a fare girare le rotelle. Magari a vuoto (tante volte) ma se non mi voglio ammalare sul serio devo farle girare. E, nonostante tutto, questo “giramento”, in tutti i sensi, è più vitale di quello che avevo prima.

E… no. Non cercherò mai un impiego statale.

E guai a chi mi dice: “Arriverà un buon lavoro” con la faccia fintaimpietosita.
O a chi mi dice: “Ancora non hai trovato?” con la faccia fintastupita.
O a chi mi dice: “Sei in gamba, vedrai che dandoti da fare…” con la faccia fintadeterminata.
O a chi mi chiede: “Ma hai fatto domande di lavoro?” con la faccia fintaintelligente.
O a chi mi domanda: “Ma tu non sei laureata vero?” con la faccia fintarassegnata.
O a chi mi consiglia: “Adesso che non hai niente da fare fai A, B C” con la faccia fintaincoraggiatrice.
Lo so io come ci si sente.
Non è semplice, non è comodo e non è agevole spiegarlo.
Ma so che in molti si sentono come me.

Dal Dizionario online Sapere.it

AGEVOLE 1 che non presenta difficoltà; facile, comodo: lettura agevoleun compito tutt’altro che agevole 2 ( tosc.) docile, trattabile

Prob. dal lat. mediev. agibile(m), deriv. di agere ‘fare’; cfr. agibile.
Sinonimi: facile, comodo, semplice, piano
Contrari: disagevole, difficile, scomodo, complicato, arduo.
Advertisements

15 pensieri riguardo “Parola del giorno: “Agevole”

  1. avete ragione… io ho un lavoro ancora, e speriamo che duri, visto che questo paese è così bravo a ridurti in cenere… ma mi trovo indirettamente in una situazione nella quale… finchè lavori… ci sono schiere di persone che ti dicono ” ah guarda se volessi cambiare chiedi a me che ti voglio assolutamente ” oppure ” per te non ci sono problemi… chiamami” poi dall’oggi col domani… resti senza lavoro…una famiglia sulla schiena…un mutuo…e tutta questa gente magicamente non ha un cavolo da darti da fare… improvvisamente..la gente che fino a ieri sembrava avesse tutti i lavori del mondo da offrirti diventa un’ombra nell’ombra. Per carità…nessuno pretende niente… ma un terapeutico silenzio… invece di questo bla bla bla inutile che si rivela… VUOTO E PRIVO DI UTILITA’ questo si lo pretendo…:-D ridiamoci su si …per non pensarci!:-)

    1. È che oggi più che mai valgono le parole, i “mi piace” e i “condividi” virtuali. Fumo, fumo, fumo. Come le rivoluzioni fatte su facebook, dove si postano foto di manifestazioni in piazza ma mai nessuno che smuova il culo. E non servirebbe nemmeno, in effetti. C’è bisogno di un cambio radicale di mentalità…
      Cmq, sai che ti dico? Se hai bisogno di migliorare non rivolgerti a me, ma per fare due risate ci sono sempre 🙂

  2. ma…seilaureatahaimandatoicvcomemainontichiamanoseigiovanenonmispiegovedraichesichiudeunaportasiapreunportone…. ahaha io te le posso dire queste cose. IO si. perché ne ho sentite tante, e tanto prima di te!!! E quindi, almeno io e te, ridiamoci un po’ su, che per piangere non abbiamo più occhi.
    a proposito, qualcuno mai con la faccia fintamartire ti ha mai chiesto: “beh, non so, vuoi provare a darmi il tuo cv che magari chiedo in azienda se hanno bisogno di una segretaria?”
    ……………………………………………..a me si. ovviamente.

        1. ma devi vedere che faccia fanno loro quando dico che preferirei fare le pulizie che fare la segretaria. Non sanno se ridere o guardarmi con disprezzo. In verità io sono seria e non mi prendono seriamente!

          1. e tu devi vedere in faccia me quando inevitabilmente scatta la domanda: “maa tu esattamente di lavoro cosa facevi?” glielo spieghi e loro… niente. non ce la fanno. e alla fine scatta la proposta più vicina (Secondo le loro menti) al mio caso: la receptionist/segretaria.
            che per carità onestissimo lavoro e BISOGNA SAPERLO FARE!… ma se vi dicessi che neanche quando ho cominciato l’ho mai fatta la segretaria/receptionist!??!?!?!?

          2. Uh io sì!! ahahah! segretaria mai, ma receptionist sì, sono troppo avanti… 😛
            A me quando dico “Faccio la redattrice”, almeno il 50% risponde: “Che figo, l’arredatrice!”…

          3. bwaahahahahahahahahaha ahahah non ce la posso fare. “faccio marketing” “… hm, figo” oppure “faccio la community mangare” “cioè… lavori coi drogati??” (beh in effetti…)
            “lavoro sui social” “cioè figo, ti pagano per cazzeggiare su facebook?” (eh, magari mi pagassero!!)
            queste le migliori risposte, sinora… ma c’è tempo per collezionarne altre…

          4. 😀 fantastico! L’unico lavoro che capiscono tutti al volo è la badante e viste le risposte che riceviamo si conferma come l’unico davvero richiesto 😉

          5. credici che ho provato a fare anche la babysitter… ma mi sa che te l’ho già raccontato. si, capiscono subito quel lavoro e, stranamente, anche che ti devono dare 200€ per 10 ore di lavoro non stop, i compiti, dar da mangiare al bambino oltre che al gatto e all’uccellino, e ancora se hai tempo ti puoi infilare una scopa … ehm e ramazzare a terra. gia che ci sei.

E tu che ne pensi? :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...