«I segreti della mente…

La copertina del libro.
La copertina del libro.

… Capire, riconoscere, affrontare i segnali della psiche»: questo libro di Vittorino Andreoli mi ha colpito da subito, appena letta la sinossi, perché sembrava esattamente quello che cercavo: una panoramica dei principali disagi della mente, esposta con linguaggio semplice e accessibile a tutti.

Ed è esattamente così, è un’opera divulgativa che può digerire anche chi, come me, è a digiuno da una vita su temi come la psicologia e la psichiatria. L’introduzione, ovvero la prima parte, è utile er cominciare a famigliarizzare con i termini che verranno in seguito utilizzati: disagio, paura, ansia, pensiero, difesa, mente, cervello. Certo, non sono termini sconosciuti, anzi! Ma pur utilizzandoli quotidianamente, a livello “medico” celano importanti significati semantici che ovviamente la maggior parte di noi ignora.

Poi inizia la carrellata vera e propria delle patologie mentali o, per meglio dire, dei disagi mentali che affliggono noi poveri essere umani. Tutti sappiamo che cosa è un mal di pancia, l’emicrania, un ascesso, una distorsione. Ma se parliamo di paranoia, depressione o manìe abbiamo davvero delle concezioni lontane da quello che sono in realtà. Questa guida (perché di questo si tratta) ci aiuta a fare un po’ di ordine e chiarezza.

Molta attenzione è posta ai disagi giovanili, cosa che rende prezioso il libro per i genitori che vogliono essere consapevoli di certi “segnali”, senza sottovalutarli, quando magari compaiono nel comportamento dei figli.

Per ogni disagio descritto, Andreoli riporta anche un caso clinico concreto, descrivendo la situazione, i sintomi, i meccanismi che il paziente mette in atto. Questo riporta tutto il discorso nella realtà con una sconcertante facilità.

Infine, divide anche i disagi secondo le età e questo può aiutare la consultazione. Tralasciando l’infanzia che rappresenta un periodo troppo poco strutturato per stabilire delle vere e proprie malattie, si passa all’adolescenza, alla prima età adulta (cruciali sono i 35 anni per le donne… E TE PAREVA) e poi ai disagi terribili dell’età senile.

A parte qualche “giustificazione” di troppo che Andreoli sembra rivolgere ai cattolici/religiosi nello specificare che la scienza della mente non è in contrasto con il credere nell’esistenza dell’anima, è un libro interessante per tutti quelli che anche solo per curiosità vogliono capire come diamine funzioniamo in quel fantastico luogo in cui ha sede la nostra personalità: il cervello.

Per la sinossi ufficiale e per capire chi è Andreoli vi rimando a google 😀
Annunci

E tu che ne pensi? :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...